Art Life

Fedra e il furor amoroso

Fedra, donna descritta dalle penne di Euripide e di Seneca, è un personaggio femminile complesso. Una donna sempre in balia delle emozioni, divisa tra pudor e furor, soprattutto quando, diventata moglie di Teseo re di Atene, quindi regina, si innamora del figliastro Ippolito. Questo amore è però unilaterale, non corrisposto e la sofferenza della donna bene si evince dalla lettera che scrive per il giovane, riportata da Ovidio nelle Heroides

[…] Per tre volte ho cercato di parlarti, per tre volte la lingua mi si è bloccata, senza
potermi aiutare, per tre volte la voce mi si è spenta sulle labbra.

Fin dove è possibile e… il pudore si deve accompagnare all’amore; l’amore mi ha imposto di scrivere quello che mi vergognavo di dire. Qualunque cosa ordini Amore non è prudente disprezzarla; egli impera e ha potere anche sugli dèi sovrani. Fu lui, poiché inizialmente esitavo a scrivere, a
dirmi: «Scrivi! Quell’uomo duro come il ferro, vinto, ti consegnerà le mani». Che egli mi assista e come fa ardere me fino al midollo con la sua fiamma insaziabile, così pieghi il tuo animo ai miei desideri.

Non infrangerò il patto coniugale per dissolutezza; la mia reputazione – vorrei che ti informassi – è senza macchia. Quanto più è tardivo tanto più l’amore giunge violento. Brucio nel profondo, brucio e il mio cuore ha una ferita nascosta.

[…] L’amore, di cui sono consapevole, mi brucia, ma rimango in silenzio….

Questi sono alcuni passaggi, a mio avviso, salienti che ben sottolineano la sofferenza della donna. 

Phedra di Alexander Cabanel
“Phedra” di Alexandre Cabanel (1880), Musée Fabre, Montpellier

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...